Archivio di maggio 2005

lunedì 30 maggio 2005

I am Cosentino!

Riccardo (il mio professore di pnl, che mi rivede dopo un anno): «(con questo taglio, n.d.a.) Mi sei diventato Cosentino!».

Io: «Riccardo, guarda che si chiama Costantino! (Vitagliano, n.d.a.)». :)

Separatore
lunedì 30 maggio 2005

Fototipo chiaro

Giada: «Tu sei un fototipo chiaro!». :O

Separatore
domenica 29 maggio 2005

Una settimana di

Una settimana di maggio può essere piena di.

Domenica sono stato a NPP. Ci sono robe geniali, altre carine, altre ?. Ma da vedere. La sera la torma di detentori del dottorato e di amichetti vede Designare da EXPA e beve qualcosa. L’ammiraglio Nelson fa da accompagnatore a ex studentesse del Galilei in fila per due dispensando loro pillole di saggezza per battere navalmente Napoleone, notoriamente matto e inaffidabile. Sono invecchiate le ragazze; sembrano le mie cugine inacidite (che non ho) dalla condizione di zitella e dalla tipica frustrazione delle ragazze italiane spinte dalla madre (a studiare pianoforte, a fare le veline, a trovare il pollo bancario che se ne guarda bene, nottate di letto a parte). Il contrabbasso suona bene, l’aria punge.

Memorandum: passare + tempo con le persone con cui sto bene.

Lunedì Valeria mi programma neurolinguisticamente sfiorandomi con un dito.

Martedì a Enna, seminario di storia della radio al Kore. Esco a Ponte Cinque Archi per fare rifornimento. Da un campo di grano appare Cerere. Ha una corona di spighe sul capo, una fiaccola in una mano e un canestro ricolmo di frutta nell’altra. Vorrei tenere per me frutta e miele, quindi scappo in direzione Villarosa. Riuscirò a liberarmene molto dopo nei pressi del lago di Pergusa, che per Cerere è portatore di casini (si veda Proserpina).

Il mercoledì a ora di pranzo al Foro Italico rilassa.

Giovedì grossa buffonata in corso. Il ministro della difesa mi stringe la mano e mi ringrazia di aver evitato lo scontro di civiltà; gli spiego che ci deve essere un errore o uno scambio di persona. Erroneamente parte il nastro della barzelletta «Che cosa separa gli uomini dalle scimmie? L’Euromediterraneo!». Seguono incidenti diplomatici, uscita della Sicilia dalla Lega araba e buffet a base di tarallucci e succo d’uva. Antoniognius segna tutto sul taccuino e pregusta il Pulitzer.

Torno da EXPA con Angela & c.; stavolta suona una dja. Ci sediamo al fresco della sera. L’inevitabile donna che istintivamente amerei mi osserva e mi fa notare che la mia aura è conformata in aculei. Me ne ero accorto.

Venerdì piantone all’edificio 15.

Sabato 161, addio al celibato e L’olandese all’Addaura.

Oggi primo bagno alla Baia del Corallo, rilassato tra i detentori del dottorato.

Tag: .
Separatore
venerdì 27 maggio 2005

Alberto secondo a “Insessantarighe”

Alberto (IL GRANDE COCOMERO) è arrivato secondo a Insessantarighe (il concorso letterario di ViviMilano) con questo racconto.

Bravo! «Cu nesci arrinesci!». :P

Bibiribibiribibiribi… prrr… sup-per-man!

Separatore
venerdì 27 maggio 2005

Poviata

«I bambini fanno oh».

…e i babbuini fanno «Uh!».

Separatore

Chiudi
Invia e-mail