domenica 29 maggio 2005

Una settimana di

Una settimana di maggio può essere piena di.

Domenica sono stato a NPP. Ci sono robe geniali, altre carine, altre ?. Ma da vedere. La sera la torma di detentori del dottorato e di amichetti vede Designare da EXPA e beve qualcosa. L’ammiraglio Nelson fa da accompagnatore a ex studentesse del Galilei in fila per due dispensando loro pillole di saggezza per battere navalmente Napoleone, notoriamente matto e inaffidabile. Sono invecchiate le ragazze; sembrano le mie cugine inacidite (che non ho) dalla condizione di zitella e dalla tipica frustrazione delle ragazze italiane spinte dalla madre (a studiare pianoforte, a fare le veline, a trovare il pollo bancario che se ne guarda bene, nottate di letto a parte). Il contrabbasso suona bene, l’aria punge.

Memorandum: passare + tempo con le persone con cui sto bene.

Lunedì Valeria mi programma neurolinguisticamente sfiorandomi con un dito.

Martedì a Enna, seminario di storia della radio al Kore. Esco a Ponte Cinque Archi per fare rifornimento. Da un campo di grano appare Cerere. Ha una corona di spighe sul capo, una fiaccola in una mano e un canestro ricolmo di frutta nell’altra. Vorrei tenere per me frutta e miele, quindi scappo in direzione Villarosa. Riuscirò a liberarmene molto dopo nei pressi del lago di Pergusa, che per Cerere è portatore di casini (si veda Proserpina).

Il mercoledì a ora di pranzo al Foro Italico rilassa.

Giovedì grossa buffonata in corso. Il ministro della difesa mi stringe la mano e mi ringrazia di aver evitato lo scontro di civiltà; gli spiego che ci deve essere un errore o uno scambio di persona. Erroneamente parte il nastro della barzelletta «Che cosa separa gli uomini dalle scimmie? L’Euromediterraneo!». Seguono incidenti diplomatici, uscita della Sicilia dalla Lega araba e buffet a base di tarallucci e succo d’uva. Antoniognius segna tutto sul taccuino e pregusta il Pulitzer.

Torno da EXPA con Angela & c.; stavolta suona una dja. Ci sediamo al fresco della sera. L’inevitabile donna che istintivamente amerei mi osserva e mi fa notare che la mia aura è conformata in aculei. Me ne ero accorto.

Venerdì piantone all’edificio 15.

Sabato 161, addio al celibato e L’olandese all’Addaura.

Oggi primo bagno alla Baia del Corallo, rilassato tra i detentori del dottorato.

Tag: .


TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2005/05/29/una-settimana-di/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. domenica 29 maggio 2005

    Il pulitzer? Lo spero!
    Salute

    Separatore
  2. domenica 29 maggio 2005

    Complimenti alle colleghe dell’eremo arroccato.
    Salute, ancora

    Separatore
  3. lunedì 30 maggio 2005

    che vita intensa :)
    quando caschi a roma, viveur?

    Separatore
  4. lunedì 30 maggio 2005

    tesoro…ti riprogrammo quando vuoi

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail