Commenti [ 7 ]

“La camisa negra”

La camisa negra di Juanes è nell’occhio del ciclone in Italia perché la sinistra non gradirebbe l’accostamento (forzato) alle camicie nere della rivoluzione fascista (ma la canzone parla d’amore e non si presta ad alcun equivoco). Da ciò sono nate dichiarazioni imbarazzanti di parlamentari e non sul fascismo, l’antifascismo, il machismo e l’autorità. Quasi tutte rilasciate da persone che hanno un’età per cui durante il fascismo erano, bene che vada, bambini.

Non è la prima volta che la canzone finisce nel mezzo di un equivoco, però. Juanes è colombiano e usa in un punto della canzone la forma “jue” per il verbo “fue”. Il verso è «Mal parece que solo me quede / Y jue pura todita tu mentira». Ecco. Se ascoltate la canzone sembra che invece di dire «y jue pura» dica «hijo de puta», che in spagnolo non è esattamente un bel sentire.

Pare che inizialmente qualche radio di lingua spagnola, equivocando, abbia posto qualche riserva per la messa in onda.

Juanes