venerdì 13 gennaio 2006

Provo tenerezza per i Ds

I Ds mi fanno tenerezza. Montano una campagna elettorale con quel sorrisino baffino beffardo di chi si crede moralmente superiore e invece è razzista “etico”, pregustano la vittoria con il loro candidato bollito, autoconvincendosi che contro uno come Silvio Berlusconi – l’affarista – non si può perdere perché loro sono puri e migliori, poi arriva il ciclone giudiziario. Fassino & Consorte. La discussissima barca di D’Alema pagata non-si-sa-come. E frasi ipocrite su un partito che si parla addosso e si proclama sano in una mugugnante direzione generale.

Insomma, proprio la questione morale che ponevano con forza li sta travolgendo. Anche se non credete ai sondaggi, aprite le orecchie per strada. C’è disgusto, non si può negare.

Mi fanno quasi tenerezza, come i loro manifesti attaccati.

Oggi BNL - Domani Italia.



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2006/01/13/provo-tenerezza-per-i-ds/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. venerdì 13 gennaio 2006

    Ma chi è finito sotto processo? B. o D’Alema o Fassino o Prodi….
    Chi è sotto inchiesta per mafia? Cuffaro o Bertinotti?
    La questione morale significa che, per chi vota sinistra, da fastidio perfino avere a che fare con gente come Consorte.
    Problema che per voi non si pone, visto che a quanto pare non ne fate uso della parola morale.
    Aldo

    Separatore
  2. venerdì 13 gennaio 2006

    Ti pagano almeno per quello che scrivi?
    Il cavaliere ha posto la questione morale. E perderà.

    Separatore
  3. venerdì 13 gennaio 2006

    Pagata non si sa come?
    Ma se è una delle cose più note che abbia un politico!
    Ti pare che se ci fosse qualcosa di losco la destra non avrebbe dato fuoco alle polveri?

    A.I.U.T.O.
    Associazione Italiana
    Uomini Troppo Oppressi

    Separatore
  4. venerdì 13 gennaio 2006

    Ah! Ah! Ah! Mezz’ora di colloquio con i giudici!

    Buongiorno, D’alema è cattivo, neh? Buonasera, Arrivederci!

    Un’altra boutade.

    Ah! Ah! Ah!

    Tanto per non far notare l’ennesima legge ad personam fatta dal suo avvocato (Pecorella)

    Separatore
  5. venerdì 13 gennaio 2006

    oddio… hanno fatto loro la frase cult di “via con vento”???

    Separatore
  6. sabato 14 gennaio 2006

    Berlusconi è un uomo disperato.
    speriamo non riesca a trascinarci tutti nel baratro.

    Separatore
  7. sabato 14 gennaio 2006

    Caro Aldo, vedi che ogni tanto ci si ritrova… Ti vedo molto inviperito, come mai? Mi dispiace, ma devo risponderti che voi la parola morale la usate eccome, certo! Ma usarla non vuol dire possederla, come è dimostrato chiaramente dai vostri politici presi con le dita nel barattolo della marmellata, ma non solo, perchè nella vostra storia politica c’e pieno di mani sporche di marmellata. Gli inquisiti non sono della tua parte solo perchè i magistrati sono della vostra parte, hai capito? La questione della morale superiore è’ solo una delle tante frescacce a cui avete creduto ritenendovi la razza siperiore in modo più subdolo di come hanno fatto i nazzisti, carissimo. E per crederci vi raccontate anche le bugie più grossolane, come chiamare resistenti i terroristi sanguinari che non si rassegnano alla perdita di Saddam, tanto per fare un esempio.. Non ricordandovi che sessant’anni fa chiamavate resistenti quelli che combattevano *contro* i dittatori, e non a favore dei dittatori, e gli americani erano al fianco dei resistenti.
    Fate pena nelle vostre contraddizioni sporche.
    Con che coraggio parlate di morale, voi mistificatori per eccellenza, contafrottole, e traditori dei resistenti italiani, tra i quali probabilmente c’erano anche dei vostri parenti?
    Fatti un esame di coscenza prima di parlare di morale, ragazzo!
    La morale è una cosa seria e non si compra nei supermercati o nelle sezioni dei partiti di sinistra, potresti arrivarci da solo a capirlo, ma è troppo difficile riconoscere che invece siete solo meschini opportunisti, più probabilmente, anche, moralmente inferiori, come i parassiti.
    Stai attento un’altra volta quando parli di morale!

    Separatore
  8. sabato 14 gennaio 2006

    Lasciando fuori ogni preferenza elettorale, Giulio Mozzi si interroga sull’efficacia comunicativa degli slogan 2006. Ti lascio il link.
    (e ringrazio ancora lo staff di Rosalio per la bella serata di ieri)

    http://toninopintacuda.splinder.com/post/6849555

    Separatore
  9. sabato 14 gennaio 2006

    Non c’entra nulla con il post (per fortuna). Comunque “sei stato scelto” Tony: http://dariosalvelli.wordpress.com/2006/01/14/5-strane-abitudini/ ;)

    Separatore
  10. sabato 14 gennaio 2006

    E Berlusconi che si fa rimproverare da tutti i suoi alleati per la malafigura fatta dal giudice non ti fa tanta tenerezza cicciottosa batuffolosa zuccherosa e caramellosa?

    Separatore
  11. domenica 15 gennaio 2006

    Bè, anch’io ho scritto che mi fanno tenerezza…in confronto a quei viscidi di intellettuali, ovviamente.
    Ciao

    Separatore
  12. domenica 15 gennaio 2006

    Fassino e Consorte *cosa* ? Anche Fassino e Schumacher, Fassino e Valentino Rossi e Fassino e Alberto Tomba… Non mi risulta che Fassino sia indagato.

    La barca di D’Alema pagata non si sa come? Ma cosa stai dicendo? Per quanto mi possa stare antipatico D’Alema, cosa vuoi che costi un dieci metri di barca a vela? Hai idea di quanto paghiamo i parlamentari, di destra e di sinistra?

    Separatore
  13. domenica 15 gennaio 2006

    Massimo, Fassino & Consorte «E allora siamo padroni di una banca?&#187. Fai l’ingenuo? ;)

    Sulla barca di D’Alema ti consiglio di leggere questo.

    Separatore
  14. domenica 15 gennaio 2006

    Berlusconi non sa più dove appigliarsi. prima fa il lecchino nei confronti del Vaticano, per avere i voti dei bigotti, prima ancora ti abbraccia la devoluzione (scusate, sono uno dei pochi per le riforme istituzionali ITALIANE continua ad usare parole in ITALIANO) per fare piacere a Bossi.

    Adesso si butta a capofitto con le banche della sinistra, senza ricordare che pure la destra ha le sue magagne in merito finanziario e che lui stesso, quando stava scalando al potere mediatico è stato aiutato dai finanziamente della P2.

    E’ un pò troppo anziano per ricordare le cose accadute a sè, non trovate?.:-) :-)

    Separatore
  15. domenica 15 gennaio 2006

    «E allora siamo padroni di una banca?»

    E allora ? C’è qualcosa di penalmente rilevante ? Ti prego, spiegami. E, già che ci sei, perchè tu e l’amico tuo non fate un giro turistico dai magistrati come il Banana a spiegare cosa non va nel mutuo della barca di D’Alema?

    Separatore
  16. giovedì 19 gennaio 2006

    Caro amico mio come stai?? E’ da tanto tempo che non ci sentiamo e siccome mi hanno parlato del tuo sito, ho deciso di farci una capatina per salutarti e magari, se vuoi, iniziare una corrispondenza in stile “blogger to blogger”.
    Noto tuttavia, con vivo piacere, che non hai perso l’antico vizietto di sparare a zero contro i tuoi nemici di sempre. Beh, dal mio punto di vista, in tutta sincerità ti dico che in Italia si sta vivendo un periodo di grande e triste confusione politica che si cela dietro la famosa bandiera che non esiste più. Non pensi che siamo ormai in un’epoca in cui si usi la bandiera politica per consolidare il proprio culetto sulla poltroncina di turno e che la vera guerra politica si stia combattendo nelle aule di tribunale sparse su tutto il territorio nazionale?? Il confronto Fini-Fassino su Porta a Porta (il cui conduttore farebbe meglio ad occuparsi di confronti più “seri” quali Lecciso-Al Bano ad esempio) l’altra sera, è stato semplicemente ridicolo: da una parte Fassino che minacciava, piangente, come un bambino a cui erano state appena rubate le caramelle, di querelare perfino le nostre mamme se si continua a gettare fango su di lui, e dall’altra Fini (per cui nutro una grande stima e basta!), che sembrava il suo compagnetto di scuola, che vedendolo piangere, gli sembrava quasi male persino chiedergli: “Ma le hai trovate le caramelle??” Quindi caro Tony, amico mio, il problema non sono i DS che ti sembrano teneri teneri, ma il fatto che teneri mi sembrano tutti e due gli schieramenti che non hanno uno stralcio di programma almeno per aiutarsi a gettare un pò di fumo negli occhi ai soliti illusi di turno a cui si chiede di andare a votare perchè oltre ad essere un diritto, è un dovere: i poveri, i disoccupati, i disabili, i laureati, i diplomati, gli ammalati, gli anziani, i bambini, gli studenti, gli extracomunitari, i gay, le lesbiche, i divorziati, le ragazze-mamme (e mi scuso con tutti quelli che mi dimentico) saranno chiamati ad esprimere un’opinione politica nel giro di un paio di minuti, per poi ricadere nel dimenticatoio con tutti i loro problemi quotidiani. Non è triste caro amico mio!!??
    Comunque insieme alla frase “Born to Blossom, Bloom to Perish”, vorrei permettermi di concederti un altro paio di “chiccherie”: “We will never walk alone” frase tanto cara ai Beatles e “Keep the Faith”, titolo di un album di Bonjovi (che tu sicuramente conoscerai!!)
    Ciao e spero a presto!!!!

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail