domenica 15 gennaio 2006

Grillo modifica il link a BlogItalia.it

Riassumiamo: martedì Beppe Grillo scrive un post in cui linka a BlogItalia.it chiamandolo “l’Albo dei Blogger”. BlogItalia viene sommerso di traffico (è pur sempre un progetto no-profit e il traffico generato avrebbe messo in difficoltà anche server molto più potenti) e diventa irraggiungibile (attualmente Aruba ci ha sospesi, malgrado il fatto che tutte le ottimizzazioni e modifiche possibili siano state effettuate e fossimo in contatto con loro, ma domani torniamo…). L’altro link contenuto nel post di Grillo riguarda un rapporto discutibilissimo redatto dai consulenti di Grillo e che (sintetizzando) esalta i blog con tanti link correlando link a trust. Molte autorevoli voci della blogosfera (e il meno autorevole me stesso :P) criticano il ragionamento alla base del rapporto.

Beppe Grillo ha modificato il link che era presente nell’articolo, senza segnalare in alcun modo che il post è stato modificato (ma i feed me lo notificano) e adesso “l’Albo dei Blogger” non è più BlogItalia.it, ma Technorati: Popular Blogs. Numero dei blog italiani presenti in quella classifica: uno. Il blog di Beppe Grillo.

Commenti superflui.



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2006/01/15/grillo-modifica-il-link-a-blogitaliait/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. domenica 15 gennaio 2006

    Appunto: commenti superflui – Grillo è un buffone, ma questo si sapeva: lo fa di mestiere :D

    Separatore
  2. domenica 15 gennaio 2006

    Se cambia link così, senza motivare la variazione è ovvio che non sappia di cosa parla…

    Separatore
  3. domenica 15 gennaio 2006

    mah. si non è stata una bella mossa. però avrei anche io modificato il link al suo posto, magari specificando che blogitalia non era più raggiungibile a causa sua!

    per curiosità: quante visite e soprattutto quanta banda consumata per essere stoppati da aruba?

    Separatore
  4. domenica 15 gennaio 2006

    Ma tornate domani eh? mi manchi!! ;-**

    Separatore
  5. domenica 15 gennaio 2006

    Bè, credo come da discussione che sta avvenendo in rete, non sono i link (che semmai fanno popolarità) ma “il rimando intertestuale ad un eventuale altro blog sia il risultato di una effettiva volontà del gestore nel donare la propria affidabilità al collegamento esterno. (da un documento di Simone Morgagni)”

    Separatore
  6. domenica 15 gennaio 2006

    Questa vicenda conferma che Grillo è un esaltato pieno di di acritici seguaci. Per questo, il primo Santone italiano dopo Wanna Marchi va monitorato con attenzione.

    Separatore
  7. domenica 15 gennaio 2006

    santone o no, Grillo dice quasi sempre cose giuste.

    Spesso cose che conosciamo già, altre volte cose nuove. Finchè parlava di ecologia non dava più di tanto fastidio. Ora comincia a far notare come sono “imperfetti” i nostri politici e qualcuno comincia a storcere il naso.

    prendiamo ad esempio il post sulla legge Pecorella: sacrosanto. Conoscevamo tutti questa legge infame di fine mandato, però Grillo riesce in poche righe a descriverla in tutta la sua malvagità.

    Non posso che applaudire. :D

    Separatore
  8. domenica 15 gennaio 2006

    Tony non capisci, l’ha fatto per voi, non voleva farvi crashare il sistema. :|

    Separatore
  9. domenica 15 gennaio 2006

    Tecnicamente non so che accidenti sia quello che ha combinato; ma da come lo scrivi sembra una bischerata.

    Per me Grillo è un patetico megafono di luoghi comuni, a metà strada tra il cercare d’esser serio e cercare di far ridere.
    Non ci riesce in nessuno dei due casi.

    Separatore
  10. lunedì 16 gennaio 2006

    Peppone Grillo è un ottimo affarista, beve caipirinha, le spara peggio del mio barbiere, ed è più vicino a Pino Rauti di quanto non sembri ai sinistrati.

    Separatore
  11. lunedì 16 gennaio 2006

    se cambia il link per portarsi ulteriore fama e contatti…non è che sia una bella cosa :-)

    Separatore
  12. lunedì 16 gennaio 2006

    Se posso dire la mia, secondo me la seconda formattazione non l’ha fatta lui, ma i tecnici che lavorano al suo blog, pensando che così sarebbe stato meglio.

    Con questo non voglio difenderlo.
    Anch’io penso che sia una specie di piccolo aspirante cesare degli ecologisti, e che si faccia prendere un po’ la mano da questo successo dilagante. Ma non mi sento di disprezzarlo, perché fa una cosa VERAMENTE utile: dice quello che pochi altri (troppo pochi) dicono e qualche posizione la sposta. E secondo me la sposta in direzione giusta (lo spreco di energia, l’inquinamento, la politica sporca, sono secondo me i tre temi più importanti del mondo moderno)
    Detto questo: me ne torno ai miei vestitini!

    Separatore
  13. lunedì 16 gennaio 2006

    Misurare un Blog?
    Sta succedendo qualcosa che non è esatta , si sta cercando di dare una misura al pensiero umano, ma stiamo scherzando!!

    Separatore
  14. lunedì 16 gennaio 2006

    nessun commento.
    passo solo per un caro saluto.
    isabel

    Separatore
  15. martedì 17 gennaio 2006

    Sulla questione della validità dell’equazione link=fiducia, o meglio, sulla sua non validità, abbiamo iniziato a discuterne in rete: http://lindipendente.splinder.com/post/6881081

    Separatore
  16. martedì 17 gennaio 2006

    Io è da un pò che non passo sul suo blog. Si, certo, dice cose giuste, ma non è l’unico: è il più in vista.
    E poi mi mettono tristezza i commenti al suo blog: anche se personalmente sono in accordo con il testo del post, riesco a trovare solo una sbadilata di inutili commenti, tutti del tipo “bene, bravo, bis”. E grazie al ca**o, come direbbe il poeta…

    Separatore
  17. mercoledì 18 gennaio 2006

    Perchè Beppe Grillo è INUTILMENTE linkato anche sulla porta del cesso della aula qui all’università?

    E’ possibile reperire un tuo contatto MSN? ;)

    Separatore
  18. giovedì 19 gennaio 2006

    Ricordi la nostra discussione sulle classifiche?
    Era novembre, poi mi venne in mente di scrivere questo post: http://www.businessandblog.com/dblog/articolo.asp?articolo=98

    Oggi lo ripropongo perchè sa ancora di fresco

    Separatore
  19. giovedì 8 giugno 2006

    Una curiosità: Luciano Giustini è invidioso perché deve fare il buffone gratis?

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail