mercoledì 8 febbraio 2006

Gli autogol del centrosinistra

Vota anche tu gli autogol del centrosinistra: la hit parade. Da la Repubblica.it. ;)

  • Caso Unipol.
  • D’Alema al Quirinale.
  • Prodi: ‘A Roma non vivrei mai’.
  • Luxuria candidato.
  • I giudici di mani pulite candidati.
  • Radicali contro cattolici e viceversa.
  • La spartizione: Mastella docet.
  • Le primarie: quali primarie?
  • Il partito democratico.
  • Il programma.


TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2006/02/08/gli-autogol-del-centrosinistra/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. mercoledì 8 febbraio 2006

    Beh anche pubblicare un articolo con tutti gli autogol della propria parte politica non è male.. :-)

    Separatore
  2. venerdì 10 febbraio 2006

    Luxuria non è un autogol.

    Vassily

    Separatore
  3. sabato 11 febbraio 2006

    Voto sicuramente “I giudici di mani pulite candidati”, ché ci vuole veramente la faccia come il cu*o.

    Separatore
  4. sabato 11 febbraio 2006

    Beh, scritto da uno che poi va a votare una coalizione dove Casini ha appena affermato che se avesse tre televisioni sarebbe più forte di Berlusconi…

    Luxuria meriterebbe il mio voto. Persona ottima, conosciuta tempo fa a Bari.

    Separatore
  5. domenica 12 febbraio 2006

    Meglio un giudice di un ladro o di un prescritto… e di ladri/prescritti in parlamento ce ne son tanti e guarda caso sono quasi tutti (non tutti purtroppo devo ammettere) a destra… Non sarà forse questo il motivo perché criticano questa scelta?

    Separatore
  6. lunedì 13 febbraio 2006

    – Caso Unipol. Quale caso?
    – D’Alema al Quirinale. Cioè?
    – Prodi: ‘A Roma non vivrei mai’. Beh, io non vivrei a Milano.
    – Luxuria candidato. E allora?
    – I giudici di mani pulite candidati. Idem come sopra.
    – Radicali contro cattolici e viceversa. Dialettica democratica.
    – La spartizione: Mastella docet. Dialettica di cencelliana memoria, nulla di scandaloso, visto anche il ritorno al proporzionale che qualcuno ha voluto.
    – Le primarie: quali primarie? Ricordo una bella fila per votare.
    – Il partito democratico. Meglio democratico che unico…
    – Il programma. C’è. Discusso, discutibile, ma c’è.

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail