lunedì 27 febbraio 2006

A Roma per l'”IA Summit”

Roma mi ha riabbracciato giovedì mattina. Aria pungente a Termini; solita pensioncina ottima a piazza di Spagna. Di pomeriggio vado in Vaticano e affronto l’impresa dell’ascesa al “Cupolone”. Credo si tratti di 551 gradini e 136 metri. A via del Bottino (uscendo dalla metro’ A, fermata Spagna) fanno una pizza spettacolare con patate e salsiccia! Le giapponesi sono eleganti. Piove fine fine e lo farà per due giorni.

Upside down
I’ll find the things they say just can’t be found.

Venerdì mattina appuntamento con Mauro Lupi (ne parlo nel prossimo post) e poi IA Summit. Emanuele si è dato da fare molto e bene per l’organizzazione e ho scoperto che in Italia ci sono molti gruppi che lavorano su progetti interessanti sull’architettura dell’informazione, la user experience, le faccette, l’interaction design e le mappe concettuali. Ho preso alcuni contatti, tra cui la persona che si occupa della community di Virgilio. A pranzo pizza con il gentilissimo Alberto Mucignat e altri e si chiacchiera di blog.

Prima di tornare a casa passeggiata a piazza del Popolo con Alessandra che è di nuovo in tirocinio. Ci scambiamo inquietudini.

Torno presto.



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2006/02/27/a-roma-per-lia-summit/trackback/


COMMENTI COMMENTI


Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail