martedì 21 marzo 2006

“Un altro posto nel mondo”

«Lo stupore che mi colse
quando lei mi disse: sono innamorata di te.
Dura troppo poco la vanità di sentirsi amati,
un po’ di gratitudine, poi voglia di fuggire via…

Non riesco a immaginare
qualcuno,
qualcosa che inizi,
ho più dimestichezza con la fine.
E non c’è niente che mi riporta indietro.

Ci sarà un altro posto nel mondo,
una strada che riparte da qui.
Ci sarà un altro istante nel tempo
per vivere tutte le vite possibili che volevo io.

Un auto in lontananza
sfocata dal sole
viene verso di me.
Il caso ci porge infinite possibilità
che non possiamo cogliere
e si perdono…
Non serve a niente ormai guardarsi indietro…

Ci sarà un altro posto nel mondo,
una strada che riparte da qui.
Ci sarà un altro istante nel tempo
per vivere tutte le vite possibili che volevo io».

(Mario Venuti – Un altro posto nel mondo)



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2006/03/21/un-altro-posto-nel-mondo/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. martedì 21 marzo 2006

    Un pò triste.
    Io ti potrei dire di avere “più dimestichezza con la fine” in questo periodo…probabilmente perchè me lo porto come un fagotto dentro me.

    Separatore
  2. mercoledì 22 marzo 2006

    bel pezzo.
    trombato alla prima sera, esattamente come ivan segreto e deasonika…

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail