sabato 22 aprile 2006

Children of the sky

Da ieri Winamp continua a riprodurre in loop World, hold on di Bob Sinclar. “Quel” suono delle tastiere, quello alla X-Static e alla Ti.Pi.Cal., mi riporta a certe notti d’estate di dieci anni fa.

«Wonder you will have to answer to the children of the sky».



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2006/04/22/children-of-the-sky/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. sabato 22 aprile 2006

    X-static? Ho letto bene? Gli X-Static? Quelli di I’m standing? Cioè QUESTI?

    Separatore
  2. sabato 22 aprile 2006

    che bello! il revival dance anni ’90!

    bel pezzo, fresco, estivo e da scuola media(per me).

    ecco, molto Ti.Pi.Cal.

    Separatore
  3. sabato 22 aprile 2006

    Piuttosto, il cantante chi è? non mi è affatto nuovo…

    Separatore
  4. sabato 22 aprile 2006

    Smeerch proprio loro.

    Groucho Steve Edwards ha fatto da vocalist per un po’ di pezzi (recentemente anche con Axwell) ma credo che tu te lo ricordi in The sound of violence dei Cassius.

    Separatore
  5. sabato 22 aprile 2006

    gran pezzo pure quello!

    a proposito di Axwell…ma Axwell, Angello e Ingrosso cosa hanno l’appalto per tutto il remixabile in giro?

    Separatore
  6. sabato 22 aprile 2006

    Io ricordo invece che i primi 3 o quattro singoli dei Ti.Pi.Cal erano cantati da un certo Josh.
    Ma tu Tony, ad esempio, sapevi che dietro l’acronimo Ti.Pi.Cal. si nascondeva un tiro di sicialiani? Tignino, Piparo e Callea.

    Separatore
  7. sabato 22 aprile 2006

    Josh Colow, e parliamo di Illusion, Round and Around e The Colour Inside…anni belli per la dance senza molte pretese

    Separatore
  8. domenica 23 aprile 2006

    Sì li conosco bene e in una occasione ci siamo trovati a essere vicini di studio di registrazione…tanto tempo fa. :)

    Separatore
  9. domenica 23 aprile 2006

    quando e per che cosa…

    Separatore
  10. domenica 23 aprile 2006

    Beh…io stavo registrando una canzone estiva per la radio per cui lavoravo allora e loro (se non sbaglio) The colour inside. Josh suonava James Taylor con la chitarra durante le pause… :)

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail