mercoledì 21 marzo 2007

Il portavoce, Lapo rtavoce :P

Il portavoce, Lapo rtavoce

Silvio Sircana è il portavoce del governo Prodi: «la serietà al governo»! :P



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2007/03/21/il-portavoce-lapo-rtavoce-p/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. mercoledì 21 marzo 2007

    Ma saranno fatti suoi???

    Vogliamo parlare di Previti e dell’Utri??????
    O di Toto’ Cuffaro…

    Separatore
  2. mercoledì 21 marzo 2007

    evidentemente lui preferisce plurigudicati e plurindagti, anche per mafia, a chi si accosta a un viados. ma non aspettarti risposte, qui non si risponde mai a chi ha idee diverse, o almeno a me è capitato così in almeno tre, quattro occasioni

    Separatore
  3. mercoledì 21 marzo 2007

    Fermo restando il fatto che decido io a chi, se, come, dove e quando rispondere io penso che i politici italiani siano poco seri (con qualche eccezione) in maniera bipartisan. Non ho amici che siani stati indagati e condannati anche per mafia. Il problema sta nel fatto che la parte politica che si presentava (in malafede) come emblema della serietà poi fa queste figure. E io acidamente fustigo. :)

    Separatore
  4. mercoledì 21 marzo 2007

    è ovvio che decidi tu a chi rispondere, constatavo solo il fatto che solitamente non rispondi a chi ha idee diverse, solo questa volta, perchè provocato hai risposto. per il resto mi sembra che entrambe le parti politiche, su temi diversi, si presentino come l’emblema della serietà, in questo caso i più seri e intransigenti, caro mio, dovrebbero essere proprio i rappresentanti di destra, rimembri le idee di quest’ultimi sugli omosessuali, sulla famiglia e via dicendo. non voglio fare della polemica, perchè anch’io, come del resto tu, ho il diritto di decidere con chi e quando farla, quindi ti saluto e ti lascio alle tue idee

    Separatore
  5. mercoledì 21 marzo 2007

    Scusate ma a noi cosa importa se una persona va con i trans? La vita sessuale non è un fatto personale?

    Separatore
  6. giovedì 22 marzo 2007

    Mi tocca spiegare: ipotizziamo che il/la signorino/a dopo la foto sia salito in macchina e che sia andato con il signore dell’auto e ipotizziamo che il signore dell’auto abbia pagato per questa serata. Questo potrebbe chiamarsi sfruttamento della prostituzione e in Italia non è legale. Ricapitolando: a me importa sapere se uno dei rappresentanti delle nostre istituzioni è serio oppure commette reati.

    Separatore
  7. giovedì 22 marzo 2007

    Forse se ci fosse una fotografia per ogni parlamentare di questo tipo il parlamento sarebbe semivuoto. E qualcuno ha fatto ben di peggio. Io sarei d’accordo che i politici dovrebbero essere più seri, ma tutti…

    Separatore
  8. giovedì 22 marzo 2007

    Il fatto è che quando li vedi in televisione i politici non fanno altro che parlare dall’alto del loro scranno. Intoccabili. Certo, ogni tanto ammiccano, fanno i popolari, ma sanno di appartenere comunque a una casta di signori.

    Quando poi uno di loro ripiomba miseramente nella polvere da cui è uscito, perché per un attimo il velo cade, gli altri suoi colleghi sono subito pronti a difenderlo a spada tratta.

    Separatore
  9. giovedì 22 marzo 2007

    non volevo polemizzare, ma quando sento certe bestialità, sfruttamento della prostituzione ? ma sai cosa vuol dire ? vuol dire che costringi una persona a prostituirsi, per un tuo fine economico, non che sei il cliente della prostituta, che oltretutto in italia non è reato. se ti interessa davvero se i parlamentari commettono reati, cerca di informarti prima su quali siano i reati perseguibili nel nostro paese.

    Separatore
  10. giovedì 22 marzo 2007

    Troppo rumore per nulla: ognuno (destra,sinistra,centro e apolitico) ha i suoi scheletri negli armadi,l’importante è che sia onesto (non infranga la legge) e faccia bene il proprio lavoro secondo me.

    Separatore
  11. giovedì 22 marzo 2007

    Ok Antonio. Mi affido alla tua capacità di cogliere le sottigliezze e ti rimando al concetto di “induzione” quanto alla punibilità dei clienti in contesti di sfruttamento della prostituzione. Ovviamente parlo in astratto e non di questo caso dove non ho elementi per dire che ci possa essere stato qualcosa del genere… ;)
    Aggiungo che per me tutto ciò, se non illegale, è immorale. Altro che serietà.

    Separatore
  12. venerdì 23 marzo 2007

    Non so mica se sono affari suoi… quelli sotto la scrivania di Clinton erano solo affari suoi e della Lewinski, oppure erano anche affari dei cittadini? Pur senza fare paragoni, eh. L’onorevole Sircana è un parlamentare della Repubblica, oltre che portavoce del presidente del Consiglio. E’ senz’altro questione di opinioni, siamo in un Paese libero, ma io dico che qualunque cosa faccia in pubblico sono affari miei, finchè prende uno stipendio da pubblico ufficiale. Voglio sapere dov’è, con chi è, cosa fa e cosa dice, fin sulla soglia di casa sua. Dalla porta in poi, allora sì, sono affari suoi.

    Separatore
  13. lunedì 26 marzo 2007

    caro casper, a me pice discutere sui fatti sulle verità, non su fatti riportati in maniera imprecisa e tendeziosa, a quello ci pensano già i giornalisti. e allora per la precisone, clinton non è stato assolutamente messo sotto accusa per il sesso orale, ma bensì perchè ha mentito alla nazione, quindi se vuoi farne un esempio hai scelto quello sbagliato

    Separatore
  14. lunedì 26 marzo 2007

    Ma se non sbaglio… la macchina ha solo rallentato di fronte al/la signorino/a… non l’ha mica fatto/a salire…
    Anche se, ad ogni modo, sarebbero solo affari suoi… e di sua moglie, che avrebbe tutte le ragioni di inviperirsi. Non approvo chi va con le prostitute, ma ritengo che ci sia di peggio, e che non abbia niente a che vedere con lo schieramento politico….

    Separatore
  15. venerdì 30 marzo 2007

    Nello schifo di mondo in cui viviamo, dove se ne vedono ogni giorno di tutti i colori, vi indignate se una persona accosta pochi secondi vicino ad un trans? Suvvia, Ruini e Ratzinger sono meno moralisti di voi, e ce ne vuole davvero tanto per batterli … Naturalmente di comportamenti poco raccomandabili ce ne sono a bizzeffe, e i proragonisti appartengono alla destra e alla sinistra, ma questo caso in particolare è una barzelletta montata ad arte come se fosse lo scoop del secolo. Per finire: ma che ce frega della vita sessuale, degli orientamenti sessuali e della vita strettamente personale degli altri?

    dome

    Separatore
  16. mercoledì 20 giugno 2012

    Nello schifo di mondo in cui viviamo, dove se ne vedono ogni giorno di tutti i colori, vi indignate se una persona accosta pochi secondi vicino ad un trans? Suvvia, Ruini e Ratzinger sono meno moralisti di voi,

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail