venerdì 24 agosto 2007

Ferocemente Garlasco

C’è un instant blog sulle tristissime vicende di Garlasco: gemellek.blogspot.com.

Molte delle immagini sono inaccettabili ma in alcune mi sembra di cogliere quella sana indignazione che, a volte, non riusciamo neanche a provare in questa Italia così laida.

Gemelle con esplosione



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2007/08/24/ferocemente-garlasco/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. sabato 25 agosto 2007

    VERGOGNA ITALIANA!

    Separatore
  2. sabato 25 agosto 2007

    a volte un po’ di ironia può seppellire anche una grande vergogna …

    Separatore
  3. sabato 25 agosto 2007

    non so se siano più stronze le gemelle o quelli che han fatto i foto ritocchi, mi sembra tutto di cattivissimo gusto…

    Separatore
  4. sabato 25 agosto 2007

    Una cosa terribile, io non riesco a concepire questo tipo di ironia…come pensate che si possano sentire i genitori e gli amici di Chiara a vedere una cosa di questo genere?
    Spero tanto per loro che non siano arrivati su quella pagina…
    Un saluto ;-)

    Separatore
  5. sabato 25 agosto 2007

    i foto montaggi sono giustissimi dobbimo svergognare le gemelle k all’inverosimile!! stronze!!

    w i FOTOMONTAGGI!! SONO IL SIMBOLO DELL’INDIGNAZIONE

    Separatore
  6. sabato 25 agosto 2007

    Davvero esagerate… questa è una delle controindicazioni della libertà di espressione che permette Internet!
    Pagare e farsi rovinare le vacanze: ADESSO BASTA!

    Separatore
  7. domenica 26 agosto 2007

    ho trovato più vergognosa (se proprio vogliamo usare questo aggettivo retorico) la copertura mediatica dei blasonati siti istituzionali piuttosto che l’iniziativa dei fotomontaggi del blog gemellek che non ha inventato nulla, ma ha semplicemente rilanciato una stortura insita nel fatto che si sta commentando

    Separatore
  8. lunedì 27 agosto 2007

    ma che tristezza la foto “truccata” solo per farsi vedere in TV!!!!

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail