marzo 2009

Commenti [ 5 ]

Barcelona

Ho trascorso buona parte della settimana prima della precedente a Barcellona (ho volato benissimo con Clickair, che vi consiglio) e c’è qualche pensierino da condividere. Barcellona è una città che ha delle risposte per tutti, che coniuga l’anima mediterranea e la globalizzazione, a misura di turista, con la tradizione e la tecnologia. Il disagio che Continua a leggere »

Commenti [ 2 ]

Rosalio al TG5

Rosalio, l’urban blog su Palermo che gestisco, è finito nell’edizione del TG5 delle 20:00 di ieri (da 25′ 51″ a 27′ 26″). Avevamo parlato dell’indagine su una società che sembra rinconducibile alla figlia di Totò Riina e al marito e lui è intervenuto nei commenti. AGGIORNAMENTO: i principali quotidiani nazionali hanno ripreso la notizia.

Commenti [ 0 ]

Tre nuovi formati per i banner

La scorsa settimana la Online Publishers Associations ha proposto tre nuovi formati per i banner che potremo presto trovare sui siti (ad esempio quello del The New York Times e quello di BusinessWeek). C’è un “pannello fisso” da 336 per 860 che scorre con la pagina, un “box XXL” da 468 per 648 adatto ai Continua a leggere »

Commenti [ 0 ]

Second Life, il naturalista e l’alchimista

Facebook è l’hype del momento, con una presenza sbalorditiva (ma supportata dai numeri degli utilizzatori) anche sui media tradizionali. Due anni fa la stessa presenza era toccata a Second Life. C’è un bel post (da notare il tag deathwatch) su VALLEYWAG che definisce il citatissimo e ormai deprecato mondo virtuale «overhyped» e dichiara finita l’era Continua a leggere »

Commenti [ 1 ]

Massara managing director di Universal Italia

Da ieri il managing director di Universal Music Italia è Alessandro Massara. Innanzitutto in bocca al lupo! Poi leggetevi qui quello che fa oggi una major del genere (gestiscono i diritti di I wanna hold your hand e di I will survive, sono leader nel settore della musica classica, controllano la Motown, per esempio; per Continua a leggere »

Commenti [ 2 ]

Il 2019 secondo Microsoft

Ricordo chiaramente uno spot di Blu di una decina di anni fa in cui si immaginavano le evoluzione della telefonia cellulare e si mostrava una videochiamata. Ho provato nuovamente (e in maniera più estesa) la stessa sensazione di fiducia e di impazienza rispetto a ciò che il futuro e l’evoluzione tecnologica ci riservano con questo Continua a leggere »