venerdì 12 giugno 2009

Ford Italia e i blogger per la Ka

Il mese scorso (sì, lo so, sono in ritardo col post…) Ford ci ha invitati a Roma (al ReD) per presentarci la nuova Ka e una mappa Socialight.

Abbiamo ascoltato il presidente Gaetano Thorel e un rappresentante dell’agenzia Wunderman. Ford è partita un po’ in ritardo in Italia rispetto ad altri marchi dell’automotive ed è apprezzabile questa voglia di comunicare con i blogger; c’era un po’ di timidezza (e alcune risposte goffe) ma vanno incoraggiati, andrà sempre meglio. Wunderman mi ha deluso…presentazione confusissima, discorso farcito di termini inglesi evitabili, dati bassini presentati come successoni.

Grazie a Digital PR per l’invito.

Ford Italia e i blogger per la Ka

FordKa



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2009/06/12/ford-italia-e-i-blogger-per-la-ka/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. mercoledì 17 giugno 2009

    Información Bitacoras.com…

    Valora en Bitacoras.com: Il mese scorso (sì, lo so, sono in ritardo col post?) Ford ci ha invitati a Roma (al ReD) per presentarci la nuova Ka e una mappa Socialight. Abbiamo ascoltato il presidente Gaetano Thorel e un rappresentante dell?agenzia Wun….

    Separatore
  2. venerdì 26 giugno 2009

    Ciao Tony,

    Sono Francesco, ero io a presentare la parte di Wunderman durante la serata dedicata ai blogger. Accolgo la tua critica e mi dispiace sentire di averti deluso. Però le tue considerazioni sulla presentazioni vorrei discuterle.

    I dati che abbiamo presentato sono tutt’altro che bassi, anzi: l’italia è stato il paese in cima alla lista come numeri e risultati delle attività web per questa campagna (il paragone è con gli altri paesi europei e con le altre case automobilistiche).

    Quali dati esattamente ti sono sembrati bassini?

    Se la presentazione ti è sembrata confusa, anzi confusissima, mi piacerebbe sapere dove, perché compatibilmente con l’enorme mole di contenuti abbiamo cercato di essere il più chiari possibile. (forse era poco leggibile visto lo schermo troppo piccolo messoci a disposizione)

    Quanto ai termini inglesi, è una lunga storia: è un vezzo del nostro ambiente che si è trasformato in codice. Andrebbero evitati, certe volte sono più immediati, forse più comodi, certamente meno belli.

    Io sono orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto, ma una critica costruttiva mi interessa: parliamone.

    Ciao

    Francesco

    Separatore
  3. domenica 28 giugno 2009

    Ciao Francesco, innanzitutto ti ringrazio per il tuo commento. :)
    Non ho modo di confrontare con gli altri paesi e con le altre case automobilistiche ma conosco i numeri di altre attività online per prodotti e servizi. Ricordo che rimasi perplesso sui dati di visite di una pagina che avevate creato per Ford. Siccome non ho motivo di dubitare della tua affermazione se i numeri sono questi posso dire che l’automotive ha ancora ampi margini di crescita nell’online. :)
    Riguardo alla presentazione, che non trovo online, la densità a mio avviso eccessiva di dati per slide e il numero di slide hanno creato un effetto confusione (anche altri blogger presenti commentavano così tra un bicchiere e l’altro)…siccome nella comunicazione conta ciò che passa e non le intenzioni mi permetto di suggerirti una presentazione più snella per la prossima volta e…di verificare prima le dimensioni dello schermo. ;)
    Quanto ai termini inglesi penso che alcuni siano fondamentali perché non ci sono omologhi in italiano…in questo caso direi che se ne è abusato. :)
    Ciao e grazie.

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail