giovedì 7 luglio 2005

London, 7 luglio

«È importante che i terroristi capiscano che la nostra determinazione a difendere i nostri valori e il nostro modo di vivere è più grande della loro determinazione a causare la distruzione e la morte di vittime innocenti nel desiderio di imporre l’estremismo al mondo. Qualsiasi cosa facciano, siamo determinati a fare in modo che non riescano mai a distruggere quello che ci è caro in questo paese e nelle altre nazioni civilizzate del mondo».

«It is important however that those engaged in terrorism realise that our determination to defend our values and our way of life is greater than their determination to cause death and destruction to innocent people in a desire to impose extremism on the world. Whatever they do, it is our determination that they will never succeed in destroying what we hold dear in this country and in other civilised nations throughout the world».

(Tony Blair, 7 luglio 2005)

London, 7 luglio

L’immagine è tratta da SocialDesignZine.



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2005/07/07/london-7-luglio/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. giovedì 7 luglio 2005

    Il sindaco di Londra Ken Livingstone ha invece diffuso (da Singapore, da dove sta rientrando) un comunicato molto più toccante, almeno ha sentirlo via audio. Forse lo puoi trovare in rete. Io a londra ci vado tra una settimana. Chissà che città trovo.

    Separatore
  2. giovedì 7 luglio 2005

    Parole bellissime, ma in tanto queste cose accadono, e come si fà a difendersi da questi eventi?
    L’immagine sembra una macchia di sangue, che in realtà lo è!
    Mi dispiace per tutte le persone che sono state coinvolte in questo attentato, e mi di spiace per tutte le persone che stanno soffrendo per la perdita e per l’ansia di sapere se un loro “caro” è rimasto coinvolto:(

    Separatore
  3. giovedì 7 luglio 2005

    “È importante che i terroristi capiscano che la nostra determinazione a difendere i nostri valori e il nostro modo di vivere”. Quindi andiamo a sterminare qualche altro paese musulmano “per difendere i nostri valori” con le stesse bombe anche stavolta, mi pare di capire…?

    ZS

    Separatore
  4. giovedì 7 luglio 2005

    E poi un’altra cosa.Ascoltando uno dei tanti tlegirnali ho udito le seguenti parole:”i londinesi sono abituati a questo genere dio attentati terroristici”.
    Alle volte occorre, anche pesare il valore delle parole che si pronunciano!
    Come si puo esssere “abituati” o come ci si può “abituare” ad una disgrazia?Un individuo non è mai abituato ad un evento che non può controllare.

    Separatore
  5. giovedì 7 luglio 2005

    La solita sinistra da Italietta: PRODI, ORA DOBBIAMO PENSARE A ‘EXIT STRATEGY’ PER IRAQ (fonte ADNkronos).
    Prodi sorpassa Diliberto a sinistra. E nella stronzaggine. GM

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail