lunedì 6 aprile 2009

Coworking a Palermo?

Cowo a Milano

Più volte mi sono trovato a parlare del paradosso per cui noi siciliani, così bravi a fare rete in contesti come quelli delle cosche, siamo invece molto meno bravi (per non dire piuttosto scarsi) a collaborare in reti virtuose, ad esempio in contesti lavorativi (in Sicilia, appena lasciamo l’isola è diverso).

Volendo fare un po’ di sociologia spicciola (e non sono certo il primo a dirlo) sarebbe un bene che si generasse capitale sociale gettando ponti (bridging) tra soggetti eterogenei che si arricchiscano a vicenda scambiandosi conoscenza, contatti e altre risorse.

In quest’ottica ho pensato a un fenomeno che si sta diffondendo un po’ in tutto il mondo e che mi sembra molto interessante: il coworking. Si tratta della collaborazione tra soggetti diversi (liberi professionisti, artisti, comunicatori, sviluppatori ecc.) in spazi comuni (non necessariamente con postazioni fisse) nati appositamente per fare comunità. Si trova uno spazio, si condividono le spese, si utilizzano delle aree comuni (sale riunioni, cafè area ecc.) e servizi comuni (segretariato, pulizie, telefono, connessione Internet ecc.), non si hanno orari prestabiliti e si parla, si parla, si parla. In aggiunta è possibile fornire una scrivania o uno spazio per un appuntamento anche per un solo giorno a soggetti che ne hanno bisogno, anche di passaggio in città. In Italia che ne sono di certo già quattro, due a Milano (Cowo e interactiondesignlab), uno a Roma (7thFLOOR) e uno a Bologna (La pillola 400). A Palermo, che io sappia, non c’è nulla di simile.

Questo post ha fini esplorativi ed è una piccola chiamata alle armi: se siete interessati a un cowork a Palermo, se avete uno spazio adatto (anche se ne ho già adocchiato uno), se potreste voler partecipare e condividere uno spazio o se avete qualcosa da dire scrivetemi o lasciate un commento.

(crosspostato su Rosalio)



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2009/04/06/coworking-a-palermo/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. lunedì 6 aprile 2009

    ciao tony, crossposto (!) anch’io il commento…

    ciao e grazie della citazione, anche fotografica, di cowo.
    aggiungo con piacere che le location dove fare cowrking a milano sono salite a 4 in poche settimane dopo il lancio di cowo-coworkingproject.com, il pacchetto da noi fornito per “aprire un cowo e vivere felici”, e speriamo che altre se ne aggiungano anche nel resto d’italia, sicilia inclusa.

    a mio parere il coworking è un’eccellente opportunità da almeno tre punti di vista:
    – chi ha bisogno di una postazione di lavoro la può trovare a prezzo sostenibile e senza vincoli di tempo
    – chi offre uno spazio mette a reddito i suoi mq senza grandi costi (se ha già lo spazio per un’altra attività i costi scendono a zero)
    – la comunità locale trova un modo di agevolare le nuove idee imprenditoriali, che magari, senza questi supporti, rimarrebbero inespresse

    c’è poi l’aspetto di network personale che, come sappiamo, è importantissimo, oltre che piacevole.

    per diffondere conoscenza sul tema del lavoro nomade/coworking e scambiare opinioni con gente di tutto il mondo abbiamo creato un social network aperto a tutti:
    http://nomadwork.ning.com

    invece coworking project è qui:
    http://www.coworkingproject.com

    vi aspettiamo, un saluto da milano,
    massimo carraro

    Separatore
  2. lunedì 6 aprile 2009

    :)

    Separatore
  3. lunedì 6 aprile 2009

    Ottima idea. Alla lunga pagherà, con la fluidità del mercato del lavoro e la smaterializzazione, i lavoratori tenderanno ad essere sempre più autonomi rompendo l’identificazione fra committente e posto di lavoro. Anche in Sicilia. Avanti come sempre.

    Separatore
  4. lunedì 6 aprile 2009

    A me pare un’iniziativa lodevole, voglio seguirne gli sviluppi. Di certo condividerò la tua idea attraverso FB.

    Separatore
  5. lunedì 6 aprile 2009

    Il coworking impone a tutti i soggetti coinvolti di lavorare sodo. E non è una controindicazione da poco in una terra come la nostra.

    Separatore
  6. domenica 26 aprile 2009

    Sono membro del NOMADWORK working, coworking, moving on fondato da massimo Carraro tra i fondatori dei coworking milanesi.
    Io sono a Caltanissetta e lavor come creatore e ricercatore, sperimentatore di modelli e sistemi per lo sviluppo socio economico dei territori.
    Ho già un grosso gruppo di persone con particolari requisiti di creatività, ed operatività e sono pronto per fondare un social network per il coworking.
    Se vuoi, possiamo parlare di un eventuale unione per estendere il progetto a livello regionali sin dall’inizio…io avrei anche le basi sul territorio regionale, grazie al mio lavoro pregresso.
    3479190278 Michelangelo Maida

    Separatore
  7. martedì 2 giugno 2009

    Tony… stiamo perdendo tempo prezioso…

    Separatore
  8. venerdì 5 giugno 2009

    Ciao Tony..sono interessata ad aderire a questa splendida iniziativa..come faccio a contattarti?

    Separatore
  9. sabato 13 giugno 2009

    Mi sembra un’ottima idea, peccato che non vivo a Palermo… però mi chiedevo, ma non è possibile fare qualcosa di analogo in rete? Mi spiego meglio, mettere insieme iniziative imprenditoriali affini o correlate che hanno l’interesse comune di rafforzarsi, consolidarsi ed internazionalizzarsi. Io per esempio sarei disposta ad investire su una piattoforma web più potente e che abbia maggiori strumenti o sia maggiormente pubblicizzata (ad es. del mio http://www.caseinItaly.com) perché credo nelle possibile sinergie tra varie ditte/aziende. Se qualcuno è interessato, mi contatti pure attraverso il sito di cui sopra. Ciao da Caterina!

    Separatore
  10. venerdì 3 luglio 2009

    Ciao Tony, vorrei segnalarti il primo coworking di Torino (www.metacoworking.wordpress.com) che aderisce alla rete WiO (www.wiowio.wordpress.com).
    Vieni a trovarci e a lasciaci qualche post. Marco

    Separatore
  11. venerdì 15 gennaio 2010

    Ciao, in questi mesi siete riusciti a sviluppare l’idea del coworking in Sicilia? Anche solo a livello sperimentale?

    un saluto dal coworking bolognese de La Pillola 400

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail