mercoledì 29 luglio 2009

Ho camminato e ho visto cose che…

Ho camminato e ho visto cose che...

Nascosto dopo l’ultima svolta e ansimando alla fine della corsa c’è il sole. Appeso a un chiodo e mutato in cappello da un genio maligno (lo vedo, abita gli specchietti), eppure risplende e inonda di luce cornici in cui solida resta. Se non lo vedi non sai nulla, credimi, piuttosto che credere alle apparenze.

(foto di Ornella Mazzola)



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2009/07/29/ho-camminato-e-ho-visto-cose-che/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. mercoledì 29 luglio 2009

    wow complimenti ad entrambi

    Separatore
  2. mercoledì 29 luglio 2009

    Información Bitacoras.com…

    Valora en Bitacoras.com: Nascosto dopo l’ultima svolta e ansimando alla fine della corsa c’è il sole. Appeso a un chiodo e mutato in cappello da un genio maligno (lo vedo, abita gli specchietti), eppure risplende e inonda di luce cornici in cui solid…..

    Separatore
  3. mercoledì 29 luglio 2009

    […] Deeario – il blog di Tony Siino – Ho camminato e ho visto cose che… Tags: browser, browser-privacy, could-not, invalid-request, please-contact, proxy-server, request, server, tony-at-tonyonthenet-it, was-received […]

    Separatore
  4. mercoledì 29 luglio 2009

    Mi piace l’unione delle immagini con le parole, lo trovo un esperimento molto interessante,
    la cosa più bella è che l’autrice della foto e lo scrittore non coincidano, quindi la visione dell’una e le parole dell’altro, ancora complimentoni!

    Separatore
  5. mercoledì 29 luglio 2009

    La foto mi piace molto, il testo meno, sembra un indovinello. E non ho la soluzione.

    Separatore
  6. mercoledì 29 luglio 2009

    Il titolo di questa foto per me è “Sole!” con il punto esclamativo. Si, perchè alla fine della corsa c’è un solo appiglio brillante, familiare e femmineo. Forte perchè elegante. E’ una foto assolata, di una luce che si appaga degli sguardi. Questa foto è un romanzo epistolare, perchè, come vuole la tradizione letteraria, sono due prospettive che si incontrano e che scontrano pensieri cangianti. Mi piace, certo adoro il movimento, ma LUX FIAT!

    Separatore
  7. domenica 23 agosto 2009

    “Se non lo vedi non sai nulla, credimi, piuttosto che credere alle apparenze”.

    bellissime. :)

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail