sabato 16 aprile 2005

Qualcosa di sinistra

Dopo le regionali 2005.

Miei amici di sinistra (con il ghigno malefico): «Tony, ora di’ qualcosa di sinistra!».

Io: «…gulag» (spegnimento del ghigno malefico).



TRACKBACK TRACKBACK


Il TrackBack URL per questo post è

http://www.deeario.it/2005/04/16/qualcosa-di-sinistra/trackback/


COMMENTI COMMENTI


  1. sabato 16 aprile 2005

    Hai fatto bene:)

    Separatore
  2. domenica 17 aprile 2005

    Io avrei risposto così: “quindi Auschwitz è una parola di destra”
    (spegnimento anche del ghigno di Tony).:-) :-)

    Separatore
  3. domenica 17 aprile 2005

    Io direi:< >.

    Separatore
  4. domenica 17 aprile 2005

    Occorre leggere attentamente la storia.

    Separatore
  5. lunedì 18 aprile 2005

    si, come quando dici che i ricchi sono di destra e i poveri di sinistra. io ci penserei su un pò di più…

    Separatore
  6. lunedì 18 aprile 2005

    liberazione, liberta’, lavoro, diritti, uguaglianza, rispetto delle regole, legalita’, solidarieta’…
    possono bastare?
    Hanno chiesto qualcosa di sinistra. Non qualcosa di “comunista”. Le parole sono importanti.

    Separatore
  7. martedì 19 aprile 2005

    bau. berlusconi comunista.

    Separatore
  8. giovedì 21 aprile 2005

    (OT)
    oi, ma quella volta che ho bisogno di blogitalia, non funziona! uffa…

    Separatore
  9. giovedì 21 aprile 2005

    Il significato della mia risposta era ovviamente una provocazione. Per me i gulag e i campi di sterminio nazisti sono la stessa cosa.

    Tutti i vari tipi di regime, sia liberali che illiberali, che di destra e sinistra si sono macchiati e si macchiano di violazioni dei diritti umani.

    A mio giudizio il modello liberale con lo stato sociale è quello che rispetta meglio il cittadino, o meglio, che commette meno errori.

    Se poi vogliamo continuare a credere che in Italia destra e sinistra siano due cose diverse, illudiamoci pure…

    Separatore
  10. sabato 23 aprile 2005

    Quando ha vinto berlusconi mi hanno fatto la stessa domanda. Io ho risposto: MAFIA.
    Io preferisco la sinistra che la MAFIA al governo

    Separatore
  11. mercoledì 25 maggio 2005

    A sinistra ci sono familiari delle vittime della mafia (Tullio De Mauro, Nando Dalla Chiesa e altri) che hanno ragioni personali per odiare la mafia. A destra invece ci sono gli avvocati dei mafiosi, che sono di Forza Italia. Comunque, attenti ai BROGLI! Quei bastardi non accetteranno mai di perdere, neanche se a loro mancano i voti. Dite a Prodi ecc. di chiamare gli osservatori UE e OCSE contro i BROGLI

    Separatore
  12. sabato 28 maggio 2005

    Se l’Unione non si unisce rischia di perdere voti: e allora addio liberazione dal berlusconismo. Molti voterebbero a sinistra se solo ci fosse un programma. Cos’è liberale? la legge 40? Le multinazionali che fanno disastri? Mah… Il rischio dei BROGLI è un rischio reale. Chi riesce lo dica a Prodi e Fassino (pessimi, ma tra i meno peggio).

    Separatore

Scrivi un commento


Chiudi
Invia e-mail